A Malta riprendono le celebrazioni pasquali

Condividi questo contenuto

A Malta riprendono le celebrazioni pasquali dopo due anni di stop per via della pandemia. In migliaia, tra maltesi e turisti, si sono radunati in vari paesi e villaggi dell’arcipelago questa mattina per assistere alle processioni del Cristo Risorto.

Le condizioni meteo sull’isola sono decisamente migliorate, e sotto questa splendida giornata di sole, le statue del Cristo risorto sono state portate fuori dalle chiese per commemorare la risurrezione di Cristo. Infatti, diverse processioni con le statue del Cristo si sono svolte nelle località di Malta, subito dopo la messa mattutina. Da segnalare, la spettacolare tradizione di Cottonera in cui i fedeli portano in spalla la statua di Gesù risorto.

Nei due anni precedenti, le processioni erano state annullate a causa delle restrizioni sanitarie COVID-19. Quest’anno è la prima volta dall’inizio dell’epidemia che le processioni del Venerdì Santo e della Domenica di Pasqua possono svolgersi come di consueto.

La domenica di Pasqua offre anche la possibilità alle famiglie di incontrarsi, festeggiare e mangiare insieme per il pranzo di Pasqua, esattamente come in Italia. L’agnello tradizionale con patate e verdure è un pasto tradizionale, spesso seguito dai tradizionali figolli dolci maltesi di pasta frolla ripieni di un cuore morbido di pasta di mandorla.